mercoledì 21 agosto 2013

V as LoVe

Buon giorno a tutti. 
Qualche giorno di pausa, qualche nuova ricetta, un Ferragosto abbastanza emozionante a Siena, le more da raccogliere ed eccomi tornata qui.
Vi avevo promesso tante novità e soprattutto tante nuove conoscenze, infatti il post di oggi è dedicato ad un'altra bravissima donna, creativa e originalissima: Ludovica di V as Love.
Come lei stessa scrive: V as Love è un'idea. È il progetto di accompagnare ogni sposa all’altare con un piccolo pezzo di sé tra le mani, che resti al suo fianco per sempre. 
È arte, design e artigianato che si fondono tra di loro per creare una composizione unica, studiata ad hoc per ogni donna.
È un nuovo modo di concepire il bouquet, come una combinazione di materiali non convenzionali.

Ludovica, classe 1984, nata sotto il segno della Bilancia, ama tutto quello che è arte, moda, design e lifestyle. Laureata al Politecnico di Milano in Design degli Interni, ha quasi subito abbandonato questa carriera in favore dell’arte, lavorando per uno degli esponenti più importanti del panorama nazionale, Marco Lodola. Proprio qui la sua passione per tutto quello che è produzione artigianale, manuale e di precisione è cresciuta a livelli esponenziali fino a convincere se stessa che ne avrebbe potuto fare un vero e proprio lavoro.
 
Bouquet artistici, originali e che rimangono nel tempo:





Il bouquet di solito si compra, si lancia e poi appassisce. 
V as LoVe invece vorrebbe lasciare un ricordo del giorno delle nozze, un oggetto che rimanga al fianco della sposa come perfetto testimone del suo “sì, lo voglio”.
Le soluzioni sono infinite e vengono di volta in volta studiate sulla personalità della futura sposa, sul tipo di matrimonio e di abito. Ogni bouquet deve avere una propria identità, che rispecchi lo stile ed il carattere di chi lo terrà tra le mani e rappresenti nel migliore dei modi il suo sogno.
 
Potete trovare le meravigliose creazioni di V as LoVe qui, qui e qui.
 
Io non riesco a scegliere, sono tutti bouquet bellissimi!!!
Bravissima Ludovica!

lunedì 12 agosto 2013

{ Pavlova }

In una fresca giornata d'estate ho pensato di chiudermi un cucina per mettere in pratica la ricetta di una torta che mi ha sempre incuriosita: la Pavlova.
Su Pinterest avevo visto immagini bellissime di questa torta, ed io che amo le meringhe non ho potuto resistere nel capirci un pò di più: la Pavlova è una torta della Nuova Zelanda e dell'Australia, e pare che questo dolce sia stato creato nel 1926, dallo chef di un hotel a Wellington, in onore della ballerina russa Anna Pavlovna Pavlova.
Ho cercato un pò di ricette sul web e alla fine ho preso quella di Giallo Zafferano:

INGREDIENTI:
6 uova
250 gr di zucchero extrafine
1 gr di sale
1 cucchiaio di aceto di mele
15 gr di maizena
estratto di vaniglia
2 gr di cremore tartaro

30 gr di zucchero
300 ml di panna fresca 
frutta



Per preparare la pavlova iniziate preriscaldando il forno (statico) a 250°, poi occupatevi della meringa: prendete le uova a temperatura ambiente e dividetene gli albumi dai tuorli. Con le fruste di uno sbattitore montate a neve gli albumi aggiungendo il sale quindi, sempre sbattendo, unite il cremor tartaro e l'estratto di vaniglia . In una ciotola a parte unite lo zucchero alla maizena e aggiungete il composto alle uova un cucchiaio alla volta, mentre le fruste sono ancora in funzione e finché gli ingredienti non saranno tutti amalgamati.
Infine aggiungete l’aceto in un paio di volte. Dovrete ottenere un composto cremoso e sodo che andrete a spalmare su di una leccarda foderata con un foglio di carta forno, formando un disco piuttosto spesso dai bordi leggermente rialzati. A questo punto portate il forno a 120°, infornate la meringa e lasciatela cuocere per circa 1 ora e mezza in forno statico.  
Trascorso il tempo necessario, spegnete il forno, aprite leggermente lo sportello e lasciate raffreddare completamente la base della pavlova, dovrete ottenere una meringa dorata. Lavate la frutta,  poi montate la panna unite lo zucchero man mano e, una volta pronta, ponetela sulla superficie della meringa con il dorso di un cucchiaio. A questo punto decorate con la frutta.


 Ecco pronta la vostra Pavlova!

Buon appetito!

venerdì 9 agosto 2013

Note d'Argilla

Buongiorno a tutti!
Sono molto felice e onorata di presentarvi qui oggi un progetto che mi sta molto a cuore per una serie di bei motivi.
 Premetto col dirvi che adoro le persone audaci, che rincorrono i loro sogni e che sono estremamente felici nel vederli realizzare.
 Tutto questo per presentarvi Carmilia, l'autrice del progetto “Note d’Argilla”, un progetto che nasce al termine di un percorso di studi in campo scientifico e dalla voglia di fare innovazione in un territorio ricco di storia e tradizioni: la Puglia. 
(Come vedete non ho potuto resistere alla tentazione di farvi conoscere un'altra artista della mia terra!)


 “Note d’Argilla” è la realizzazione di un pezzo d’arte profumato, che rivisita in chiave moderna l’antica tradizione figula pugliese, con uno stile pulito, semplice e raffinato.
Ogni pezzo è interamente fatto a mano, la produzione è su piccoli numeri, si lavorano piccole serie e l’originale miscela profumata di cui è imbevuto è stata studiata in modo da rilasciare lentamente una delicata fragranza nell’ambiente.
Grazie alla sua confezione ricercata diventa così un’elegante idea regalo, per stupire e farsi ricordare. Allo stesso tempo, può essere bomboniera per le occasioni speciali, originale e unica, diventando una forma d’arte che personalizza con originalità ogni evento.
L’idea si concretizza con un bocciolo di un fiore profumato dalle note calde della fragranza “Speziata Poesia”. 

 
Il profumo è sicuramente uno dei ricordi che più ci rimane in mente, soprattutto se associato ad un bel momento. Quindi trovo questa un'idea geniale da utilizzare in una ricorrenza memorabile, oltre al fatto che è un'idea originale e allo stesso tempo interamente artigianale: insomma, farà impazzire le creative! 

Potete trovare Carmilia di Note d'Argilla qui o qui.

 

mercoledì 7 agosto 2013

Un matrimonio in Toscana

Ciao a tutti! Siete in vacanza? O come me siete sempre a lavoro?
Ho pensato di mostrarvi oggi le foto di un matrimonio davvero molto bello. Gli sposi sono tedeschi, la location è immersa nel Chianti e il fotografo è il mio amico senese Roberto Panciatici.

Roberto è riuscito a catturare ogni attimo del meraviglioso giorno di Tom e Michaela e quando mi ha proposto le foto di questo matrimonio non ho potuto rifiutare di pubblicarle sul mio blog perchè trovo ogni foto davvero fresca e piena di amore.


















 Bello vero??? 
A me è piaciuto subito!
(quella torta poi... mmm...)

Potete guardare le foto di Tom e Michaela o di altri matrimoni visti dagli occhi e dalla macchina fotografica di Roberto, nel suo sito qui oppure su Facebook qui.

Dai, che aspettate???

A presto!

lunedì 5 agosto 2013

C'è chi parte e c'è chi torna...

Eccomi, sono tornata! 
E così mentre c'è chi fa le valigie per partire e per andare in vacanza, quest'anno la mia estate la passerò tra Siena e il nostro paesino in Umbria.
Sono stata una settimana  sulla via Francigena con i ragazzi degli scout, e subito ho ripreso a lavorare in un posto fantastico. 
Da Firenze mi hanno spostata a Siena,  e la cosa mi fa un pò ridere perchè che non riesco proprio a separarmi da questa città, neppure ora. Ma sono molto felice...anche perchè con questo lavoro ho molto puù tempo da dedicare alle mie cosine, ai matrimoni e ai miei timbri e nastrini, come dice qualcuno.
E così sono già proiettata verso tutto quello che mi aspetta: una festa a sorpresa (shhh),la festa per i miei 30anni e il nostro primo anniversario di matrimonio, i matrimoni di settembre e ottobre, diversi style shoot, tanti post da pubblicare -mi rendo conto di non avervi ancora mostrato le foto della mia nuova casina- un pò di viaggetti da fare in autunno-inverno e tanto altro ancora.
Ma visto che la maggior parte di voi è in partenza, e magari non sa ancora dove andare o cerca una soluzione economica per Parigi, ...io vi segnalo l'appartamento della mia amica Delphine che in questo periodo lo affitta. E' piccolino, ma molto comodo. Vicinissimo alla Senna, è situato a due passi dalla fermata della metro.
Se siete interessati, potete scrivere una mail a Delphine: 





Che dirvi? Buone vacanze se siete lì a preparare la valigia, buon rientro se vi siete già riposati.

Io sarò qui e cercherò di riprendere a scrivere più frequentemente sul blog!

Vi abbraccio.