giovedì 27 giugno 2013

Wedding time!

Eccomi!!! Sono nel bel mezzo della stagione dei matrimoni e se per caso, vi capita di incontrare per strada una ragazza affannata, con 100 sacchetti per le mani, una borsa pesante come un sacco di patate, qualche ruga di espressione, ma allo stesso tempo molto, molto felice..beh, ecco, quella potrei essere io!
Felice perchè è scoppiata l'estate, con i suoi colori, i suoi vestiti leggeri e i suoi gelati...e con essa tanti tanti impegni.
Il primo matrimonio, sabato scorso a Orvieto, è andato molto molto bene. Ho aiutato Tatiana e Marco in una piccola parte dell'organizzazione del loro matrimonio e pare siano rimasti molto soddisfatti. Ora auguro a questi amici sposini un bel viaggio di nozze. Sono appena partiti per la Polinesia.

Invece sabato prossimo mi aspetta il secondo matrimonio della stagione, in Puglia, curato da me in maniera più approfondita. Rimanete in allerta, perchè vi assicuro...ne vedrete delle belle.
E poi c'è il matrimonio di luglio... e quello di settembre, e quello di dicembre...
Insomma, viva i matrimoni e viva gli sposi!

Ma non solo questo! Tra pochissimo, parteciperò ad un super evento con altre blogger che sicuramente conocerete già. Non vi svelo nulla di più per il momento, ma vi assicuro che sarà qualcosa di molto bello! Io non sto più nella pelle!!!

Insomma, è un periodo molto molto intenso, da tanti punti di vista, che mi sta dando molte soddisfazioni, che mi sta permettendo di conoscere un sacco di gente e di scoprire nuovi posti! 
Quindi vi chiedo di scusarmi per questa assenza dal blog...
sono certa che capirete!

A presto! 
Intanto potete seguirmi su Instagram o Facebook: lì ci sono sempre! ;-)
MR


venerdì 21 giugno 2013

Halibut, forget-me-not!!!



Ci sono viaggi che sogni di fare per così tanto tempo che quando finalmente arrivano quasi hai paura di partire. Non perché tu abbia perso l’entusiasmo, anzi, ma perché hai paura che la realtà sia diversa da quel sogno. L’Alaska che abbiamo visto è addirittura meglio di quel sogno!  E così eccomi qui oggi, “ospite” del blog di mia moglie, a raccontarvi quello che ho visto e vissuto io, come seconda puntata di ciò che già vi ha raccontato qui Mariarita.

Il nostro viaggio è stato un percorso ad anello attraverso lo stato, in quello che è l’interior dell’Alaska, toccando una serie di piccole cittadine e delle ambientazioni tra loro completamente diverse.

La mossa più azzeccata è stata noleggiare una macchina, per due motivi fondamentali: il primo la libertà di poter andare dove vuoi quando vuoi, e il secondo, più importante ancora, è che un viaggio on the road ti riempie gli occhi in un modo che non si può descrivere se non dopo averlo provato. A maggior ragione in un posto come l’Alaska!


La prima settimana è stata caratterizzata da un ambiente completamente selvaggio, il cui apice è stato il  Denali National Park, dove alle 5 e 30 del mattino abbiamo percorso 90 miglia di strada sterrata con un vecchio autobus per vedere alci, porcospini, pernici, orsi e capre di montagna.









Gli animali sono stati i nostri compagni di viaggio di quasi tutto il percorso, infatti abbiamo avuto spesso occasione di trovarceli in mezzo alla carreggiata per nulla spaventati , e di dover aspettare che si togliessero. Un’esperienza unica, che mi ha portato una bella mattina a fermare l’auto sul ciglio della strada e rincorrere un porcospino per fotografarlo!


La seconda parte del viaggio invece è stata più all’insegna di cittadine di mare, porti e pesca, un paradiso per chi come me adora pescare!! Una mattina abbiamo imbarcato la nostra auto in nave e ci siamo goduti una giornata di crociera nel Prince Sound Williams, in un’atmosfera surreale tra fiordi, ice –flowers e….balene, con un panorama selvaggio a fare da cornice.









Dal mio punto di vista una parte fondamentale del viaggio è stato il cibo. Abbiamo mangiato una quantità di pesce veramente enorme, tra cui l’halibut. Si tratta di un pesce simile ad una sogliola, che però raggiunge i 150 kg, e viene cucinato in una marea di modi, ma il top è fritto nella pastella di birra. E poi salmone, salmone, e ancora salmone!! Ma il signore dei pesci  il King Crab! Il granchio reale cotto a vapore…delizioso!!! Anche gli  Hamburger non lasciano affatto delusi…se passate dalle parti di Talkeetna fermativi per uno spuntino a base di Mc Kinley burger…mi racconterete come è andata!!






Potrei stare qui a scrivere per ore, per cercare di spiegarvi le ragioni per cui ripartirei domani, ma ho paura che le mie parole non riuscirebbero a descrivere quello che i miei occhi hanno visto e il mio cuore ha sentito, per cui mi auguro che queste poche righe vi abbiano incuriosito e messo addosso la voglia di saperne di più su questo Stato fenomenale che secondo me assomiglia al Paradiso!


Buon viaggio a tutti, con le gambe e con il cuore!

Daniele

lunedì 17 giugno 2013

Il mio Mal d'Alaska

Buongiorno e buon lunedì!
 Vi ho fatto aspettare tanto prima di un nuovo post, ma riprendersi dal nostro viaggio non è stato semplicissimo, sia emotivamente che fisicamente parlando e poi, dopo tanti giorni di ghiaccio avevamo bisogno di mare, sole, Puglia. Infatti siamo stati una settimana a casa dalla mia mamma a farci coccolare un pochino.
Avrei mille cose da raccontarvi a proposito del nostro viaggio in Alaska, tante cose le ho scritte su Facebook, o le ho raccontate a voce, ho pubblicato tante foto su Instagram o Facebook, ma tante cose non le ho ancora dette. Così ho pensato di dedicare 2 post all'Alaska, il primo oggi, con le mie impressioni e le mie sensazioni e il prossimo, con quello che ha "visto" con gli occhi e con il cuore... Daniele, mio marito!

Paesaggi bellissimi, animali in libertà che pensi di vedere solamente nei cartoni animati o nei libri delle fiabe, tanti km percorsi in macchina con la consapevolezza di trovarsi in uno dei posti più belli del mondo.










Una delle esperienze più belle è stata la Crociera nel Prince William Sound. Lì abbiamo avuto la fortuna di vedere uno spettacolo davvero unico!

Oppure la visita alla casa di Babbo Natale nel paesino di  North Pole. Guardate con i vostri occhi...



E poi...l' incontro con il famoso Magic Bus...

Sono una donna e come tutte ho un debole per lo shopping. L'Alaska non offre molto, nel senso che ci sono per lo più negozi sportivi, di caccia e pesca oppure negozio di artigianato locale inuit.
Ma sono riuscita ugualmente a scovare qualche bel negozio da suggerirvi anche.
 Il più bello in assoluto si chiama Blackberry Bog, ad Homer. Purtroppo non ha sito, ma spero vi basti sapere che ci sono andata 3 volte in 2 giorni! La proprietaria è stata carinissima, ci ha anche regalato 2 cuoricini di legno visto che eravamo in viaggio di nozze.



 Un altro negozio bellissimo è Sew'n Bee Cozy a Seward. Un paradiso per le sarte o per chi sa maneggiare ago e filo.Io ho preso tanti scampoli di stoffettine carine e decorate dai mille colori.
  
Sicuramente molte di voi conosceranno la catena Michaels. Nello shop di Fairbanks io sono letteralmente impazzita, il paradiso del craft: nastri, carte, timbri, ghirlande... Non potete immaginare cosa sono riuscita a portare a casa!

L'Alaska poi è la patria dei negozietti vintage, dell'usato o dei Garage Sale. Vi racconto solo che sono riuscita ad infilare in valigia una decina di barattoli Ball a soli 0,50 $ l'uno e... a spedire un pacco per l'Italia contenente una vecchia Singer aggiudicatami a soli 5 $! Una vera fortuna!



L'Alaska ti rapisce e se trova di fronte una persona come me che da quasi 15 anni sogna di visitarla, il gioco è  fatto! Ed è stato bellissimo incontrare per la prima volta il mio amico di penna Mike!
Insomma, in Alaska ci abbiamo lasciato il cuore...e ci ha strappato la promessa di un ritorno presto, molto presto.


Venite a trovarmi presto, con la seconda parte del racconto del nostro viaggio!

venerdì 7 giugno 2013

Italian Bohemian Wedding Shoot

Eccomi! 
Sono rientrata da quello che è stato il viaggio più bello e importante della mia vita.
Tornare a casa è stato difficile, ed è difficile anche spiegarvi a parole quello che provo. Se mi seguite su Facebook o Instagram avrete avuto modo di vivere con me le grandi emozioni di questi giorni.
Ho cercato di catturare la bellezza e regalarla anche un pò a voi!
Ma ci sarà tempo per poter parlare per bene del nostro viaggio in Alaska.

Oggi vorrei però condividere con voi una piccola-grande gioia.
Qualche mese fa con Studio A+Q abbiamo pensato di realizzare qualcosa insieme. Questo è quello che abbiamo combinato:  

Il blog americano Ruffled ci ha pubblicato e per noi è pura felicità!!!
Guardate qui!


Un grazie di cuore a Marta e Alessio di Studio A+Q, a Caterina de L'Idea Grafica, a Ilaria di Viva la Sposa, ad Aloe di Aloe&Wolf, a Maria Pia di Fiorista Maria Pia, a Mimma di Acquolina in torta, a Valentina de I Poggetti e ovviamente agli "sposi" Ignazio e Rosaria!

mercoledì 5 giugno 2013

{Honeymoon Guest Post} Petit bienetre



Petit Bienetre, sono le righe che più mi assomigliano.



Il fil rouge? Quello che più amo.

I piccoli centri, i posti e le persone accoglienti, la passione per tutto ciò che è casa:

dalla cucina, all'arredo, dalla fotografia alla lettura .



Mi sembra di aver costruito in qualche modo un posto, un posto nel quale arrivare e assaporare un lusso: quello di sapersi gustare la vita.



Se dovessi fare un passo avanti, questo passo con Petit Bienetre sarebbe misurabile in metri quadri.



Eh si, un desiderio che vorrei realizzare è quello di creare dei metri quadri con la stessa filosofia di vita che anima il mio blog: la ricerca dei piccoli piaceri.



E allora penso ad una meravigliosa stanza ben arredata.

E questi alcuni dei dettagli che immagino:



un letto matrimoniale con della biancheria profumata;

un piccolo tavolino dove far colazione, magari a piedi scalzi, magari leggendo un quotidiano;


arredi chiari,biancheria nelle ceste di vimini, e libri a disposizione degli ospiti;


poche stoviglie ma scelte con cura perché possano accompagnare come dovuto la pausa entro quelle mura.


Chissà che prima o poi prenda vita un posticino così.

Nell'attesa vi aspetto su petitbienetre.blogspot.it

Buona giornata,

Valentina



* grazie Mariarita, è stato delizioso essere tua ospite!